Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, importanti per navigare il sito correttamente, per analizzare il traffico e per ottimizzare e personalizzare lesperienza degli utenti in base agli interessi. Per più dettagli leggi le nostre Privacy e Cookie Policy.

Qui sotto troverai tutti i diversi tipi di cookie utilizzati su LG.com e potrai scegliere se approvarne lutilizzo o meno. Cicca ACCETTA per permettere lutilizzo dei cookie.

FUNZIONALI

Ti permettono di vedere le recensioni dei prodotti, dove comprarli e i prodotti visti di recente.

SOCIAL MEDIA

Consentono di condividere su Facebook, Twitter e altri Social Media.

ANALISI

Servono ad acquisire e analizzare i dati relativi al traffico generato dal sito.

PUBBLICITARI

Consentono di effettuare attività pubblicitarie.

Come usufruire del Bonus elettrodomestici 2020

Elettrodomestici| 3 minuti

Acquistando un nuovo grande elettrodomestico di Classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), destinato ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, puoi usufruire di una detrazione Irpef del 50% sul valore dell’elettrodomestico (fino a un importo massimo di 10.000 euro). Tutti gli elettrodomestici LG, come frigoriferi, Lavatrici e asciugatrici hanno una classe energetica uguale o superiore alla A+ e rientrano quindi tra quelli acquistabili con il Bonus elettrodomestici 2020.

Il frigorifero LG Centum System, con maniglie integrate e sistema Door Cooling, arriva a una Classe energetica A+++ -40%, in grado di consumare il 40% in meno rispetto a uno in classe A+++. La lavatrice LG F4WV909P2 ha una Classe energetica A+++ -50%, ovvero consuma il 50% in meno rispetto a una lavatrice in classe A+++: un vero record!

Come ottenere il Bonus elettrodomestici 2020

L’agevolazione, inizialmente valida per il 2019, è stata prorogata anche per gli acquisti che si effettuano nel 2020, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2019. La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi per persone fisiche). La detrazione spetta unicamente al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio. Per esempio, se le spese per ristrutturare l’immobile sono state sostenute soltanto da uno dei coniugi e quelle per l’arredo dall’altro, il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, purtroppo, non spetta a nessuno dei due.

Per avere l’agevolazione è indispensabile, quindi, realizzare una ristrutturazione edilizia (e usufruire della relativa detrazione), sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali. Fortunatamente la detrazione spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio: in caso di controlli non è quindi necessario che gli elettrodomestici siano fisicamente presenti all’interno dell’immobile.

Quando si effettua un intervento sulle parti condominiali (per esempio, guardiole, l’appartamento del portiere, lavatoi, etc.), i condòmini hanno diritto alla detrazione, ciascuno per la propria quota, solo per i beni acquistati e destinati a queste parti. Per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

Gli acquisti degli elettrodomestici per i quali si può usufruire del Bonus (forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga, lavatrici) vanno comunicati all’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile). Tutte le informazioni sull’invio della comunicazione sono disponibili sul sito dell’Enea, alla pagina relativa alle ristrutturazioni edilizie.

Bonus elettrodomestici: come usufruirne

Quali interventi danno diritto al Bonus elettrodomestici

Per avere diritto alla detrazione sono necessari interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti. I lavori di manutenzione ordinaria su singoli appartamenti (per esempio, tinteggiatura di pareti e soffitti, sostituzione di pavimenti, sostituzione di infissi esterni, rifacimento di intonaci interni) non danno diritto al bonus. Dà inoltre diritto al bonus la ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza.

Bonus elettrodomestici: quali forme di pagamento

Per avere la detrazione sugli acquisti di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento. La detrazione è ammessa anche se i beni sono acquistati con un finanziamento a rate. Stesse modalità devono essere osservate per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni. È inoltre fondamentale farsi rilasciare regolare fattura.

Last modified: 27 Luglio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *