Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, importanti per navigare il sito correttamente, per analizzare il traffico e per ottimizzare e personalizzare lesperienza degli utenti in base agli interessi. Per più dettagli leggi le nostre Privacy e Cookie Policy.

Qui sotto troverai tutti i diversi tipi di cookie utilizzati su LG.com e potrai scegliere se approvarne lutilizzo o meno. Cicca ACCETTA per permettere lutilizzo dei cookie.

FUNZIONALI

Ti permettono di vedere le recensioni dei prodotti, dove comprarli e i prodotti visti di recente.

SOCIAL MEDIA

Consentono di condividere su Facebook, Twitter e altri Social Media.

ANALISI

Servono ad acquisire e analizzare i dati relativi al traffico generato dal sito.

PUBBLICITARI

Consentono di effettuare attività pubblicitarie.

Nuovo digitale terrestre: date e cosa cambierà

TV| 4 minuti

Entro il 2022 entrerà in funzione il nuovo digitale terrestre, DVB-T2. Scopri cosa cambierà e quali televisori non saranno più compatibili. Vediamo di far luce su cosa cambia con il nuovo digitale terrestre.

Tra pochi mesi una parte delle frequenze utilizzate fino a oggi per le trasmissioni TV verranno utilizzate per i sistemi di telefonia di quinta generazione (5G). Per poter trasmettere la stessa quantità di canali mantenendo la qualità (o addirittura aumentandola), la struttura televisiva del nostro Paese ha bisogno di adottare un sistema di trasmissione più efficiente. Questo nuovo sistema si chiama DVB-T2:  dal 2022 permetterà alle emittenti TV di privarsi di molte frequenze ma di continuare a trasmettere la medesima quantità di canali. I televisori più recenti supportano già la ricezione di questo tipo di trasmissioni, mentre quelli più datati purtroppo andranno sostituiti o dovranno essere affiancati da un decoder esterno.

Nuovo digitale terrestre: quando entrerà in funzione

Il processo è già iniziato a gennaio 2020, ma con operazioni di ordine tecnico che possono aver avuto effetto solo su alcuni impianti condominiali. Il 1 settembre 2021 ci sarà lo spegnimento delle trasmissioni che utilizzano la codifica Mpeg2. Dopo questa data tutti i TV (e i decoder) non in grado di sintonizzare i canali in alta definizione (HD) visualizzeranno schermate nere e dovranno essere sostituiti o affiancati da un nuovo decoder.

A fine giugno 2022 si spegneranno le trasmissioni in formato DVB-T per lasciare posto a quelle DVB-T2. Tutti i TV e i decoder non compatibili con il DVB-T2, visualizzeranno schermate nere o non rileveranno i canali DVB-T2 e, anche in questo caso, sarà necessario intervenire con la sostituzione o un nuovo decoder.

Nuovo digitale terrestre: una scelta europea

La decisione non è solo del nostro Paese. La Comunità Europea ha deciso di disporre il passaggio della banda 700 MHz alla telefonia mobile, dato che il traffico dati in mobilità crescerà esponenzialmente nei prossimi anni. Per contenere l’aumento dei prezzi della banda Internet in mobilità, è necessario allargare lo spettro ad essa dedicato, nell’interesse di tutti i cittadini europei. Il mondo televisivo italiano ha scelto quindi il passaggio alla nuova modalità di trasmissione per evitare di dover chiudere alcuni canali.

Nuovo digitale terrestre: TV compatibili

Se la tua TV è recente è molto probabile che sia compatibile con le nuove trasmissioni: dal 1 gennaio 2017, per legge, possono infatti essere venduti al pubblico solo TV compatibili con i nuovi standard di trasmissione. Ma se vuoi essere certo che il tuo TV sia compatibile con i nuovi standard, anziché metterti a cercare le vecchie specifiche tecniche, puoi più facilmente sintonizzarti su uno dei due canali test disponibili. Per prima cosa devi risintonizzare i canali del tuo TV, in secondo luogo devi sintonizzarti sul canale 100 o 200. Questi trasmettono in formato DVB-T2 HEVC a 10 bit: se riesci a visualizzare l’immagine di test il tuo televisore è compatibile con le trasmissioni, se invece viene semplicemente dato un messaggio di “canale non disponibile”, il TV andrà cambiato.

Attenzione: stiamo parlando di canali ricevibili con il segnale digitale terrestre, la classica antenna, e non con un sistema di ricezione satellitare o tantomeno di sistemi tipo Sky.

Inoltre, alcuni apparecchi televisivi potrebbero fallire il test anche se acquistati recentemente. Infatti (inspiegabilmente) la codifica di questo segnale test è di tipo HEVC Main 10, ovvero con il profilo a 10 bit, incompatibile con molti decoder e con i TV meno blasonati, pur compatibili con le trasmissioni future.

Sostituire la vecchia televisione con il Bonus TV

Lo switch off può essere l’occasione per sostituire in vecchio TV con un più recente e magari in alta definizione UHD 4K. Il governo già da qualche mese ha stanziato dei fondi per aiutare chi si trova nella condizione di dover sostituire il proprio televisore: il cosiddetto Bonus TV. L’incentivo arriva a un massimo di 50 euro per nucleo familiare ed è riservato alle famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro. L’incentivo è di 50 euro massimi e si applica in maniera uguale a TV o a decoder. Il bonus TV è erogato (fino ad esaurimento dei fondi) sotto forma di sconto direttamente all’acquisto nei negozi che hanno aderito al programma Bonus TV e si sono registrati sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Per ottenerlo, il cliente deve compilare un’autocertificazione in cui dichiara che il proprio nucleo familiare ha un ISEE inferiore a 20.000 euro e che nessun altro componente ha già fruito del bonus TV.

I televisori con la migliore qualità di visione

Nuovo digitale terrestre

Ovviamente tutti i TV LG di nuova generazione supportano i sistemi DVB-T2 e HEVC e dispongono del profilo Main 10. Da quest’anno LG ha esteso la propria gamma di TV Oled con un modello UHD 4K da 48 pollici di diagonale, per rispondere alle esigenze di chi non ha molto spazio in casa ma vuole comunque godere della straordinaria eccellenza delle immagini Oled: neri più profondi, i colori più vivaci e la qualità delle immagini più realistica al mondo.

Grazie al nuovo potente Processore 4K alpha7 di terza generazione (α7 Gen3) anche i TV Led LG dotati di tecnologia NanonoCell sono in grado di donarti un’esperienza di visione e un suono spettacolari con un avanzato sistema di miglioramento delle immagini e la riproduzione accurata delle sorgenti sonore. LG ti offre così la massima libertà di scelta a seconda delle tue esigenze e del tuo budget di spesa.

Last modified: 13 Luglio 2020

2 Responses to :
Nuovo digitale terrestre: date e cosa cambierà

  1. Gianfranco ha detto:

    Buongiorno
    ho da pochi giorni acquistato un TV OLED65B9SLA e ne sono assolutamente soddisfatto, ma è sorto un problema durante la visione (anche di un canale della RAI) la visione si interrompre ed in alto a DX esce una scritta “app verrà riavviata per lo liberare la memoria”
    Non ho installato APP.
    Se il problema persiste cosa devo fare?

  2. LG Blog ha detto:

    Ciao Gianfranco, grazie per averci contattato. Ti consigliamo di aggiornare il software del tuo TV LG OLED65B9SLA. Se il TV è connesso a internet puoi aggiornare selezionando, da Menu: Impostazioni > Generale > Informazioni sulla TV > Controlla Aggiornamenti
    A completamento dell’aggiornamento è ideale anche effettuare un reset di fabbrica selezionando Impostazioni > Generale > Ripristina condizioni di fabbrica.
    Ti suggeriamo di procedere con il reset anche se non trovi aggiornamenti disponibili
    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *