Elettrodomestici Intelligenti LG

LG azienda leader negli elettrodomestici intelligenti

Elettrodomestici| 10 minuti

LG Electronics propone da sempre prodotti innovativi progettati per soddisfare i reali bisogni dei clienti. E i consumatori le stanno riconoscendo questa spinta innovativa, soprattutto per quanto riguarda gli elettrodomestici intelligenti, premiandola con risultati straordinari. Nel settore del “bianco”, ovvero quello che comprende tutti gli elettrodomestici come frigoriferi, lavatrici e lavasciuga, microonde e purificatori d’aria, LG è riuscita a essere leader nel segmento dei prodotti Premium, con tassi di crescita estremamente elevati.

La vision di LG 

L’innovazione non arriva per caso: LG Electronics investe annualmente in Ricerca & Sviluppo 3,5 miliardi di dollari, ha 18.000 ricercatori in tutto il mondo e quattro centri di ricerca dedicati all’Intelligenza Artificiale

È anche grazie a questi numeri che LG ha attirato l’attenzione di analisti e giornalisti specializzati come quelli della rivista Marketplace, mensile B2B di elettronica di consumo dedicato ai manager, ai category e a tutti coloro che operano nell’ambito del retail, della Grande Distribuzione Specializzata e della Grande Distribuzione Organizzata. Il mensile, che riporta puntualmente le voci dei protagonisti del mercato e i trend dell’industria, propone reportage dalle fiere internazionali e interviste con analisti, ha voluto chiedere direttamente a Francesco Oscar Salza, Sales Director della divisione Home Appliance di LG Italia quali fossero i segreti di questo successo.

Riportiamo i punti salienti dell’intervista, che trovate qui nella versione integrale.

Francesco Oscar Salza, Sales Director Home Appliance di LG Italia

Per essere Leader non basta avere i prodotti migliori

A inizio giugno LG ha presentato in anteprima la nuova gamma di elettrodomestici, frigoriferi e lavatrici, in una cornice esclusiva come la Scala di Milano. In quell’occasione ha mostrato dati entusiasmanti e soprattutto continui nel tempo sia in termini di market share, sia dal punto di vista dei valori economici. Il fatto stesso che, per la prima volta, un’azienda di elettrodomestici abbia avuto l’opportunità di presentarsi e presentare i propri prodotti all’interno della Scala di Milano ha rappresentato un momento di grande riconoscimento del continuo investimento sul brand.

«Per noi è stato un grande onore sottoscrivere questa partnership con la Scala e, probabilmente, è valso molto più di tanti altri investimenti in comunicazione: il fatto stesso di poter associare il nostro brand a quello della Scala ci ha permesso di trasferire un valore importante», spiega Francesco Oscar Salza, Home Appliances Sales Director di LG Italia. «E devo dire che è stato anche in qualche misura rivoluzionario: nessuno avrebbe mai pensato di collocare degli elettrodomestici all’interno di un contesto storicamente così importante com’è la Scala. Era la giusta cornice dove presentare la nuova gamma di prodotto: un modo di presentarsi rivoluzionario per prodotti altrettanto rivoluzionari. Il consumatore sta riconoscendo il valore premium dei nostri prodotti, non solo il trade. Le nostre quote di mercato sono cresciute costantemente negli ultimi anni, è un risultato di lungo periodo: abbiamo iniziato la crescita nel 2013 e anno dopo anno stanno arrivando i risultati. Per quanto riguarda i prodotti, abbiamo lanciato le nuove gamme di frigoriferi e di lavatrici che, grazie al supporto di tutte le nostre tecnologie, a noi piace definire come i nuovi elettrodomestici intelligenti

 

Frigoriferi combinati in classe A+++

 

Per quanto riguarda i frigoriferi, continuiamo a lavorare nella direzione presa negli ultimi quattro anni concentrandoci sull’efficienza energetica. LG è leader in questo settore e siamo riusciti a presentare i nostri combinati in classe A+++ -40%. Siamo davvero un passo avanti rispetto a ciò che offre il mercato e siamo orgogliosi di poter comunicare non solo un risparmio oggettivo in bolletta ma anche il fatto che in qualche modo ci stiamo prendendo cura del nostro pianeta. Per il consumatore questa è una delle motivazioni di scelta più importanti per quanto riguarda gli elettrodomestici. Il nostro frigorifero è intelligente perché consuma poco, è intelligente perché grazie alla nuova tecnologia Door Cooling permette di mantenere la giusta temperatura in tutte le zone ed è infine intelligente perché grazie al nostro compressore lineare Inverter riusciamo a mantenere un controllo della temperatura con una precisione di 0,5° rispetto a quella impostata. 

Abbiamo poi presentato le prime lavatrici dotate di intelligenza artificiale in grado di riconoscere la tipologia di tessuti. E questa non è un’innovazione fine a se stessa: se riconosco i tessuti sono in grado di adattare il tipo di lavaggio per avere un risultato eccezionale: 18% di qualità superiore rispetto a qualsiasi altra lavatrice LG. Questo per noi è un importante passo avanti perché ci permette di soddisfare le esigenze del consumatore. La ciliegina sulla torta, infine, è data dalla connettività: i nostri elettrodomestici hanno la possibilità di lavorare con gli assistenti virtuali di Google e Amazon, anche in italiano. Dal punto di vista della comunicazione questo è probabilmente l’elemento più fashion ma non il più importante. Il beneficio più grande viene da un elettrodomestico che in parte si sostituisce a te, ti previene un problema, se si presenta te lo risolve e ti aiuta in maniera concreta nell’ottimizzare il lavaggio».

Elettrodomestici intelligenti e connettività 

Avete presentato dati davvero importanti nonostante un posizionamento premium. Eppure LG non è uno dei marchi storici nel bianco. Qual è il vostro segreto?

«Oggi nel nostro Paese per quanto riguarda le lavatrici Smart, ovvero le lavatrici connesse, noi abbiamo una quota di oltre il 36%.  

 

elettrodomestici-intelligenti-lavatrici-lg-aidd

E non abbiamo mai fatto comunicazione parlando di connettività, perché parlare di connettività facendo comunicazione come main driver voleva dire defocalizzarci rispetto alla nostra comunicazione di lungo periodo che è sempre centrata sui bisogni del consumatore: cibi conservati bene e a lungo e capi lavati a fondo e con cura. Come facciamo a conservare bene i cibi? Con il massimo controllo della temperatura. Come laviamo bene i capi? Con le lavatrici AI DD con il riconoscimento di tessuti e le altre tecnologie di cui sono dotate. A questo vanno aggiunte le doti di efficienza energetica con i frigoriferi in classe A+++ -40% e le lavatrici in classe A+++ -50% e, alla fine, la connettività. Il consumatore sta premiando l’innovazione di LG a livello globale. Recentemente sono usciti dati di mercato relativamente al secondo trimestre 2019 e noi siamo il primo brand al mondo per valore (fonte: Pulse). Per noi questo è un importante riconoscimento da parte dell’utente finale per l’innovazione che negli ultimi cinque anni abbiamo messo a disposizione del mercato. Un risultato di grande prestigio che ci dà grande soddisfazione».

Il futuro degli elettrodomestici intelligenti

Avete introdotto concetti di intelligenza artificiale anche nel mondo del bianco. Come vedete il futuro e come gli elettrodomestici smart invaderanno il nostro quotidiano?

«Siamo stati sempre molto attenti a non fare dichiarazioni roboanti rispetto al concetto di elettrodomestici “smart” perché volevamo dare dei contenuti. Non volevamo che l’elettrodomestico fosse smart solo perché connesso. Volevamo dare delle prestazioni eccellenti e soddisfare i bisogni del consumatore. Per noi l’intelligenza artificiale deve portare reali benefici. La connessione non è quindi per noi la parte più importante, specialmente nella comunicazione verso il consumatore. Quest’anno LG arriva con gli elettrodomestici intelligenti ma sarà solo il primo passo di uno sviluppo che stiamo portando avanti attraverso la gestione dei dati. E ci saranno grandi novità in futuro. Sono convinto che l’intelligenza artificiale entrerà nel mondo degli elettrodomestici e noi a malapena ce ne accorgeremo. Grazie alla tecnologia, l’innovazione e la gestione dei dati – perché di questo si tratta – siamo riusciti a sviluppare una lavatrice che riconosce la tipologia dei tessuti e si adatta di conseguenza. Fino a oggi per una lavatrice lavare dei jeans e lavare una camicetta di cotone era esattamente la stessa cosa, da oggi, grazie a LG, sarà completamente differente con risultati in termini di qualità di lavaggio assolutamente straordinari. E questo è soltanto l’inizio».

Come pensate di spiegare al consumatore finale un valore aggiunto così alto raggiunto dai vostri prodotti?

«Lo faremo anche grazie all’omnicanalità: sia tramite digital, sia in-store che per noi rimane dominante dal punto di vista della comunicazione. Perché quando tu hai un consumatore molto preparato che arriva nel punto vendita, devi avere del personale che è ancora più preparato. E per fare questo devi avere una rete capillare di persone che fanno training costantemente e continuamente. È ovvio che nel nostro materiale in-store l’obiettivo è quello di sintetizzare i messaggi e far sì che quelli chiave vengano recepiti dal cliente. Sono pillole che possono anche aiutare l’addetto a spiegare meglio i prodotti attraverso una gerarchia di comunicazione che è stata definita dal marketing. Però poi ci deve essere costantemente il contatto one-to-one con le nostre persone. E non solo tramite corsi in aula ma con un training giorno dopo giorno. Mentre altri riducevano le strutture, noi siamo andati nella direzione opposta e abbiamo lavorato molto».

Come riuscite a coniugare il posizionamento premium dei vostri prodotti con le strategie dei retailer che puntano troppo spesso solo sul prezzo e sulle offerte su volantino? E qual è la risposta del trade a una proposizione così alta?

«Noi cerchiamo alleanze di valore. Penso che sia la scelta naturale per vincere nel mercato. L’omnicanalità riduce la differenza sul dove si effettuano le vendite. Oggi una grande parte degli operatori del mercato non si rivolge in maniera separata al consumatore della rete fisica rispetto a quello che acquista sul Web: pensando a noi stessi come utenti, siamo consumatori fluidi. Poi è evidente che gli investimenti di LG sono storicamente stati fatti, e vengono fatti tuttora, principalmente nei punti vendita. Perché quello è il touch point che noi prediligiamo in termini di comunicazione con i nostri partner. Ma i nostri partner si rivolgono al consumatore finale anche in altre forme. Dal mio punto di vista non è più il caso di parlare di vendita online e vendita offline: oggi la cosa fondamentale è come riuscire ad arrivare al consumatore in maniera corretta, ovvero generando valore, insieme con i nostri alleati. Alleati che fanno vendita in negozio e online. L’omnicanalità permette di arrivare al consumatore e fargli percepire i tuoi plus a 360 gradi.

Quando noi parliamo di innovazione, pensiamo subito a quella relativa ai prodotti. In realtà negli ultimi anni abbiamo lavorato tantissimo anche nei processi interni. Per noi “innovazione” significa anche sviluppo dal punto di vista della rete commerciale; significa rinnovamento dal punto di vista della logistica, rivoluzione dal punto di vista dei processi; significa un nuovo approccio nei rapporti con i nostri partner. Mentre il mercato, lato rete commerciale, negli ultimi anni mediamente ha fatto un processo di riduzione del numero di addetti nei punti vendita, LG è stata antesignana nel creare una rete di field e account diretti che potessero seguire oltre 600 negozi direttamente e più di 1.100 del totale panel Italia con almeno un prodotto. Quindi innovazione non solo in termini di prodotto ma anche in termini di rete marketing, dove noi riusciamo a toccare un panel molto ampio, in moltissimi casi addirittura con visite settimanali. 

La supply è un altro importante ambito in cui abbiamo fatto un grande lavoro negli ultimi cinque anni. Storicamente LG era un’azienda che non aveva sempre disponibilità di prodotto. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato, ed è stato un lavoro estremamente impegnativo, una supply in collaborazione con molta parte del mercato per fare in modo di avere il prodotto sugli scaffali nel momento in cui serve al mercato. Quindi non per fare sell-in ma per fare sell-out. Questo è stato un altro dei processi innovativi che abbiamo messo a punto. E questo non si riesce a fare da soli: il prodotto ce lo fornisce la fabbrica ma la parte supply la dobbiamo anche ai nostri partner. Questo è quel marketing mix che porta risultati. Mi siano concesse ancora due parole sul fatto di seguire i punti vendita: una rete di persone così capillare ti permette la possibilità di fare training continuativo. Questo è un valore aggiunto, perché poi quando si parla di partnership – ma a mio avviso è più corretto chiamarle alleanze – devi fornire servizi aggiuntivi: il servizio aggiuntivo che noi possiamo offrire è fare in modo che tutta la tecnologia dei nostri prodotti arrivi sull’ultimo miglio, al consumatore finale».

Last modified: 8 Ottobre 2019

4 Responses to :
LG azienda leader negli elettrodomestici intelligenti

  1. Mara Cammi ha detto:

    Impossibile trovare un sito fisico o internet dove comprare una lavastoviglie….
    Per favore invitatemi informazioni
    Mara Cammi

  2. LG Blog ha detto:

    Ciao Mara, grazie per averci contattato. Purtroppo ti dobbiamo segnalare che LG Italia, da diversi anni, non distribuisce lavastoviglie
    Buona giornata

  3. andrea ha detto:

    tanto intelligenti che non puoi mettere in pausa la lavatrice per più di 5 minuti.
    Una limitazione veramente inaccettabile nell’uso quotidiano.

  4. LG Blog ha detto:

    Ciao Andrea, grazie per averci contattato. La pausa di 4 minuti è specificamente pensata al fine di tutelare la sicurezza personale e, proprio per questo motivo, questa caratteristica non è modificabile dall’utente
    Buon pomeriggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *