: 5 curiosità sulla batteria del tuo smartphone

5 cose che (forse) non sai sulla batteria del tuo smartphone

Mobile, Smartphone| 3 minuti

Attorno all’utilizzo degli smartphone ruota una quantità considerevole di convinzioni errate (a volte più simili a leggende urbane), soprattutto per quanto riguarda la batteria. Aspettare che il cellullare si scarichi del tutto prima di ricaricarlo, o ancora non usarlo mentre è in carica, sono tutti accorgimenti che non influenzano affatto la longevità del device o della sua batteria. Vediamo quindi 5 cose che forse non sai sulla batteria del tuo smartphone!

1. Lasciare il cellulare in carica tutta la notte rovina la batteria?

Una convinzione che spesso riguarda anche i computer portatili. Se pensi che lasciare in carica il tuo smartphone per un tempo più lungo del dovuto possa nuocergli in qualche modo, ti sbagli (per fortuna!). La batteria del device non è un recipiente che continua a riempirsi anche se sta traboccando: quando viene raggiunto il 100% di energia semplicemente smette di caricarsi.

Attenzione però a non esagerare, caricando troppo spesso il cellulare anche quando non c’è bisogno. La cosa migliore è aspettare che la batteria scenda al di sotto del 40%.

2. Meglio non utilizzare lo smartphone mentre è in carica?

Secondo alcuni, utilizzare lo smartphone mentre è in carica danneggerebbe la batteria, riducendone la vita. Questo ovviamente non è vero: semplicemente, lo smartphone impiegherà più tempo per ricaricarsi, quindi a te la scelta.

Se credi che la ricarica sia interminabile, sappi che ci sono smartphone, come LG X power 2, che sono stati predisposti per il fast charging, ossia il dimezzamento dei tempi di ricarica. Grazie a questa tecnologia potrai ricaricare il tuo cellulare fino al 27% in soli 30 minuti, mentre ti basteranno poco più di 2 ore per fare il pieno di energia.

Funzione di ricarica rapida di LG X power 2

3.  La batteria deve scaricarsi del tutto prima di poterla ricaricare?

Assolutamente no, puoi tranquillamente ricaricaricare la batteria dello smartphone anche se questa non è completamente a zero, non c’è alcun pericolo di rovinarla. Come accennato prima però, sarebbe meglio aspettare che il livello di energia scenda al di sotto del 40%.

4. È corretto non spegnere mai il telefono?

Questa è una convinzione assolutamente errata: spegnere ogni tanto il cellulare permette di ottimizzare le risorse del sistema operativo. Per avere la massima efficienza della batteria dello smartphone bisognerebbe spegnerlo una volta a settimana.

5. Il caldo può danneggiare la batteria dello smartphone?

Questo purtroppo è vero. Come forse già sai caldo e apparecchiature elettroniche non vanno troppo d’accordo, specie se si tratta di batterie al litio-ion, che producono calore in fase di ricarica. Per quanto riguarda l’uso dello smartphone va detto che spesso i device vengono ottimizzati in modo da gestire eventuali surriscaldamenti durante un uso intenso del dispositivo. In LG G6, per esempio, la batteria regge molto bene anche durante l’uso di videogiochi, gestendo riscaldamento e consumo di energia. Il merito va anche all’uso delle API Vulkan™, che ottimizzano la funzione di risparmio energetico.

API Vulkan LG G6

In ogni caso, per toglierti eventuali dubbi puoi guardare le temperature medie consigliate che trovi sul libretto di istruzioni del tuo smartphone, per capire quali livelli di calore è assolutamente necessario non superare.

Last modified: 20 settembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *