Pulizia smartphone

Come pulire lo smartphone? Consigli e prodotti utili

Mobile, Serie G| 3 minuti

A tutti capita di toccare il proprio smartphone con le mani non troppo pulite, magari dopo aver mangiato qualcosa di unto o aver trasportato oggetti non esattamente puliti. Siamo talmente abituati a controllare le notifiche, i messaggi e rispondere alle chiamate che ormai agiamo in modo automatico, spesso dimenticandoci di avere dita sporche che possono così intaccare la pulizia del nostro telefono. Per evitare che il proprio smartphone si trasformi in un ricettacolo di polvere è quindi essenziale effettuare periodicamente una corretta pulizia dello smartphone, avendo cura di prendere le dovute precauzioni per effettuare tale operazione nel miglior modo possibile.

Come pulire lo schermo dello smartphone?

Per pulire lo smartphone basta seguire alcune semplici regole che valgono sempre, indipendentemente dal modello. Per prima cosa accertati che non siano presenti crepe o graffi sul display: se così fosse meglio rimandare la pulizia a quando avrai fatto eseguire le dovute riparazioni.

Prima di iniziare devi scollegare il device dal caricabatterie, spegnerlo e togliere la batteria, se rimovibile. Questo non sarà possibile per tutti i modelli ovviamente: la batteria di LG G6 per esempio è saldata e quindi irremovibile, caratteristica necessaria per ottenere la certificazione IP68 contro i danni da polvere e acqua. In questo caso andrà benissimo limitarsi a spegnere il telefono.

Per la pulizia dello schermo ricorda di non utilizzare acqua, alcool puro o detergenti: tutto ciò che ti serve è un panno in microfibra leggermente inumidito (come quello usato per gli occhiali). Per inumidire il panno basta un po’ di acqua distillata oppure alcool isopropilico per avere anche un’azione antibatterica. Ricordati inoltre che con i dispositivi touchscreen è molto meglio non usare tessuti abrasivi (quindi neanche tovaglioli o fazzolettini di carta), perché nel lungo periodo potrebbero causare una certa opacità dello schermo.

Lo schermo è indubbiamente la parte del device che attira di più le ditate e che conseguentemente  ha bisogno di molta cura. In modelli come lo smartphone LG G6 poi il display è tutto: questo schermo FullVision dal particolare formato 18:9 è l’ideale per guardare video e giocare online. Sarebbe un peccato rovinare l’esperienza per via di uno schermo non perfettamente pulito!

Smartphone LG G6

Pulizia dello smartphone: case, vano batteria e cover

La pulizia dello smartphone ovviamente non finisce con quella dello schermo, bisogna prestare molta attenzione anche al case e al vano batteria. Anche in questo caso usare un panno in microfribra risulta essere la soluzione migliore, mentre per gli attacchi di alimentazione e auricolari è più efficace usare un cotton fioc asciutto (presta molta attenzione a non danneggiare i contatti).

Un altro punto sensibile da considerare è l’obiettivo della fotocamera, che va liberato dalla polvere sempre grazie a un cotton fioc asciutto o a un panno in microfibra.

Per terminare la pulizia bisogna infine occuparsi anche della cover, spesso la componente più sporca. Rimuovi la polvere con un cotton fioc o con uno spazzolino dalle setole morbide, poi passa alla pulizia vera e propria considerando però il materiale della cover. Acqua e sapone vanno benissimo per quelle in plastica dura, silicone o gomma, mentre quelle in pelle necessitano di prodotti specifici più delicati. Fatto ciò non ti resta che far asciugare la cover e rimetterla al tuo smartphone, ora completamente pulito.

Last modified: 20 luglio 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *