Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, importanti per navigare il sito correttamente, per analizzare il traffico e per ottimizzare e personalizzare lesperienza degli utenti in base agli interessi. Per più dettagli leggi le nostre Privacy e Cookie Policy.

Qui sotto troverai tutti i diversi tipi di cookie utilizzati su LG.com e potrai scegliere se approvarne lutilizzo o meno. Cicca ACCETTA per permettere lutilizzo dei cookie.

FUNZIONALI

Ti permettono di vedere le recensioni dei prodotti, dove comprarli e i prodotti visti di recente.

SOCIAL MEDIA

Consentono di condividere su Facebook, Twitter e altri Social Media.

ANALISI

Servono ad acquisire e analizzare i dati relativi al traffico generato dal sito.

PUBBLICITARI

Consentono di effettuare attività pubblicitarie.

L’intervista del mese. Approfondimento sulle Smart TV con il giornalista Renzo Zonin

Smart TV, TV| 4 minuti

 

Tra i prodotti più apprezzati di LG ci sono certamente le Smart TV, i televisori intelligenti. Per approfondire questo tema, parlare di scenario e di dettagli tecnologici, abbiamo intervistato uno dei massimi esperti in questo campo: Renzo Zonin, giornalista hi-tech che collabora e ha collaborato con le più importanti riviste informatiche del nostro Paese (Computer Idea, Il mio computer, PC Professionale, PC Magazine Pro, Tom’s hardware e altre ancora).

LG Smart TV - Zonin

 

Ciao Renzo, parliamo subito di televisori. Qual è, secondo te, la nuova frontiera?

Ciao a tutti. La nuova frontiera nel mondo dei televisori è sicuramente l’accesso a Internet. I nuovi televisori sono sempre più simili a computer: si connettono alla Rete, permettono di chattare ed eseguire applicazioni.

 

TV e PC: è possibile usare un televisore come se fosse un computer?

Per decenni computer e televisione sono stati universi antitetici. Soprattutto per quanto riguarda la modalità d’uso dell’oggetto: con la televisione il fruitore è totalmente passivo, si diceva, mentre il computer vive dell’interazione con chi sta davanti allo schermo. Non per nulla chi sta davanti al televisore è uno “spettatore” e chi siede di fronte al PC è un “utente”.

 

E adesso?

Con il passaggio definitivo al digitale, il televisore odierno è in tutto e per tutto identico a un computer con monitor integrato: una sorta di all-in-one, insomma, anche se ovviamente la piattaforma usata non è una di quelle cui siamo abituati. I sistemi operativi proprietari sono capaci di girare in modalità “real time”; sono in grado cioè di gestire tutte le attività della macchina in tempo reale, senza ritardi di sorta.

D’altro canto l’hardware dei televisori si sta avvicinando rapidamente a quello dei PC. Se fino a qualche anno fa collegare un computer a un televisore era un’impresa, ora un televisore moderno dispone di prese audiovideo HDMI, le stesse che si trovano sulle schede grafiche più recenti, e può quindi essere collegato come monitor a un PC. Dispone di una o più prese USB 2.0, che consentono di collegare chiavette, dischi fissi, e adattatori Wi-fi. A volte presenta addirittura una presa Ethernet, per essere collegato direttamente alla rete cablata.

 

Ma il computer non serve più?

Non esageriamo. Certo il televisore comincia a reclamare il ruolo di protagonista, di centro dell’universo digitale casalingo. Chiave di questa nuova centralità è proprio il concetto di Smart TV, o televisore intelligente.

 

Qui volevamo arrivare: alle Smart TV! Secondo te non basta avere uno smartphone o un tablet?

Tablet e smartphone sono dispositivi che hanno “rubato” spazio alla TV. È per questo motivo che i nuovi televisori, in qualche modo, rincorrono i tablet. Alle capacità dei televisori tradizionali in pratica hanno aggiunto la possibilità di collegarsi a Internet direttamente, la possibilità di eseguire app e di vedere “canali” di contenuti dedicati, oltre a tutti i video accessibili attraverso siti.

 

In pratica il televisore è diventato, esso stesso, un ecosistema come lo era il PC…

Esatto. In questo senso conterà sempre più la capacità della piattaforma, in termini di numero e qualità delle applicazioni e di “peso” dei partner. La differenza la faranno i contenuti.

 

“Content is the king!”, si diceva. Vedi qualche esperimento interessante, da questo punto di vista?

Ce ne sono diversi. Uno in particolare, anche se solo all’inizio, è l’esperimento della Smart TV Alliance, a opera proprio di LG e TP Vision, azienda che produce con il marchio Philips. L’Alliance promette, a breve, le specifiche di sviluppo: un SDK gratuito per software house che intendano realizzare applicazioni, e fissa l’ingresso sul mercato di televisori compatibili a breve.

 

Hai fatto cenno alle Smart TV LG. Come vedi le nostre proposte?

Trovo interessante il fatto che la maggior parte dei 28 televisori “Smart” in catalogo, fra LED e plasma, sia dotata della funzione 3D a schermo polarizzato, che sfrutta occhiali leggeri ed economici per la visione tridimensionale. Molto comodo l’accesso alla sezione Smart, tramite un comodo cruscotto di comando, la Home Dashboard, controllabile anche da smartphone. Interessante anche il sistema di ricerca universale che cerca contemporaneamente su video on demand, trasmissioni TV e YouTube. Buona anche la funzione SmartShare, la connessione con altri apparecchi in standard DLNA, e anche il sistema WiDi di Intel. Con l’aggiunta di una Web cam è possibile videochattare in Skype: altra soluzione molto comoda.

 

Grazie per il tuo contributo, Renzo. A tutti voi, buona visione con le Smart TV LG.

Last modified: 24 Ottobre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *