L’uomo ha i suoi tempi #angoliocurve

Aspirapolvere, Elettrodomestici| 3 minuti

A casa nostra i ruoli sono mischiati, invertiti, scombussolati. E per fortuna! Siamo una coppia che vive nel 2012 e che cerca, con qualche difficoltà, i propri equilibri.

Io amo il bricolage – i mobili da montare sono la mia passione – e sono la regina indiscussa della cucina e della pianificazione familiare, salvo quando mi dimentico qualche appuntamento.

Lui è invece colto da raptus di riordino selvaggio e si rilassa lavando i vetri – o almeno a me piace pensare così, forse se parlaste con lui non vi direbbe la stessa cosa.

LG_curveoangoli

Il sabato mattina, sopraffatto da bambine urlanti e moglie con lista delle cose da fare nel weekend, si rifugia dietro un “bisogna togliere un po’ di polvere”, che si traduce in mobili della casa accatastati in un angolo, aspirapolvere in funzione per delle ore, tappeti da battere fuori dalla finestra e bambine che imitano il papà. La lotta all’acaro diventa la nostra priorità, e in questo ci aiuta la tecnologia: un aspirapolvere di ultima generazione, meglio ancora se aspirapolvere robot, è sempre meglio che pulire con la sola forza dell’olio di gomito.

Casa nostra si trasforma, non è più riconoscibile, sembra che un uragano si stia abbattendo su Torino e che solo Mary Poppins potrebbe salvarci da tutto ciò.

“Dove tieni gli stracci? C’è ancora dell’anticalcare? Come si pulisce l’aspirapolvere? Quali sono i prodotti per pulire il forno?” Una raffica di domande mi invade prima che io possa pensare a rispondere alla prima. Per fortuna l’aspirapolvere robot si pulisce in fretta, e senza fatica: almeno quello lo ha imparato.

C’è solo una speranza che mi permette di superare quei momenti mantenendo la lucidità: “almeno per un po’ non dovrò fare le pulizie”.

Dopo alcune ore di passione, gli oggetti cominciano a ritornare nella loro posizione iniziale.

La casa prende un aspetto normale, le bambine si placano, il marito assume un’espressione a metà tra l’orgoglioso e il rilassato – finalmente – e il profumo di pulito si sente ovunque.

Ovviamente, se lo facessi io verrebbe meglio, ma ho imparato ad accontentarmi e a mordermi la lingua, anche se il mio impeto polemico mi spingerebbe verso una crisi isterica in piena regola. Meglio due ore di caos alla settimana e una stanza pulita piuttosto che dover rinunciare ai lavoretti con le bimbe per lavare per terra!

Ah, sì, perché ho dimenticato un dettaglio: in una mattina di lavoro il massimo che si riesce a pulire è una stanza. Tempi degli uomini, ma questo è un altro discorso!

[Articolo a cura di Cristiana Calilli: 100% Mamma]

====
Questo post è offerto da LG Hom-bot Square
Con Hom-bot Square, LG ha creato un robot aspirapolvere su misura per la tua casa…
…perché la pulizia non è curve, ma angoli!

Scopri tutte le storie di #angoliocurve

====

Last modified: 13 Aprile 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *