Il vero lusso #angoliocurve

Aspirapolvere, Elettrodomestici| 4 minuti

Tutte le mattine quando torno a casa, dopo aver accompagnato i miei figli a scuola, mi chiedo perché la sera prima non ho lavato le pentole ma le ho invece lasciate lì nel lavandino.

E’ una domanda retorica che pongo a me stessa, perché mentre mi preparo la caffettiera per il secondo caffè mattutino, li sento, mi chiamano, mentre io vorrei ancora qualche minuto per me, insieme alla mia tazzina fumante.

LG_curveoangoli

Non sono una fissata della casa linda e tirata a lucido, questo ormai dopo anni l’ho accettato, di me stessa, ma mi piace il pulito. Così ho cercato degli stratagemmi che mi potessero permettere di esprimere me stessa invece che recitare la parte della casalinga perfetta.

Gli stratagemmi migliori sono stati gli elettrodomestici che ha inventato l’uomo, in primis la lavastoviglie, ma non vogliamo assolutamente dimenticare la lavatrice, non oso neanche immaginare come noi donne potremmo vivere senza, e aggiungo subito dopo a pari merito l’aspirapolvere: con un bimbo piccolo che gattona per casa, per me è importante il ruolo dell’aspirapolvere che toglie all’istante la polvere che si è accumulata negli angoli, o le foglie e i legnetti che i miei figli più grandi portano in casa quando rientrano dalle loro scorribande nell’orto. Questa è proprio la tecnologia che migliora la vita di tutte le mamme.

Mia madre, fin dai miei più lontani ricordi, utilizzava la lavastoviglie, dopo lunghe giornate di lavoro, e io non potrei farne a meno, adesso, con tre figli. Ho passato periodi della mia gioventù, quando vivevo in case in affitto, durante i quali ne ero sprovvista: un dramma. Piatti, bicchieri e posate dimenticati lì, fino a che impietosita di me stessa mi decidevo a pulire tutto, ma ora so che non potrei vivere senza e sono certa che quel tempo che non impiego con le mani ammollo in un’acqua sporca e saponosa è un tempo preziosissimo per me, perché quello subito dopo i pasti è il tempo dei bambini, in una famiglia con figli.

Subito dopo ci sono compiti da sbrigare e sonni pomeridiani da accompagnare o la sera denti da lavare, pigiami da infilare e favole da leggere, tutto velocemente che diventa tardi.

Ma in casa non ci sono solo i piatti, noi lo sappiamo bene. Quella polvere così sottile, leggera, quasi invisibile, se non si toglie con regolarità diventa difficile e tremenda, e così ho trovato uno stratagemma mio: eliminarla soprattutto dalle parti alte dei mobili e dai termosifoni perché l’aria calda si sposta verso l’alto portandosela dietro e facendola poi di nuovo cadere in basso. Funziona? Si certo, ma solo per poco, sicuramente il mio olio di gomito funziona altrettanto, ma sono molto indulgente con me stessa e a volte coinvolgo i figli più grandi facendo passare uno straccio in microfibra alle altezze loro consentite o a terra l’amatissimo aspirapolvere, che mi solleva da questa faticosa incombenza quotidiana, lasciandomi il pavimento pulito, pronto per accogliere – di nuovo – le briciole del giorno dopo. Se penso al ruolo di un aspirapolvere robot, mi sento confortata: persino il mio olio di gomito verrebbe meno, con l’aiuto di questa tecnologia che si sostituisce al lavoro umano.

Ancora oggi ricordo i sabato mattina in casa dei miei genitori e io bambina che spolveravo i mobili di casa, sempre gli stessi tutte le volte, perché il ritmo aiuta a rafforzare la volontà: il pianoforte nero, la testata del letto dei miei genitori e i comodini accanto, il mobile grande del salotto, il letto a castello nella camera di noi sorelle. Non ricordo la fatica e la noia, ma la soddisfazione di vedere pulito e lucido dove prima vinceva la polvere.

E in fondo è la stessa soddisfazione di adesso, solo che invece che andare a giocare con le bambole o in giardino e correre in bicicletta mi concedo il lusso gratificante di sfogliare un libro di ricette da cui traggo ispirazione per i pasti dei giorni successivi o di mettermi lo smalto alle unghie, un gesto che per me significa trovare il tempo per me stessa, curare la mia vita con una spennellata colorata, ma spesso il lusso più grande è semplicemente giocare con i miei figli o prendere un tè con un’amica.

Non posso che ringraziare questi stratagemmi elettronici chiamati elettrodomestici.

[Articolo a cura di Ester Bartolomei: Kosenrufu Mama]

====
Questo post è offerto da LG Hom-bot Square
Con Hom-bot Square, LG ha creato un robot aspirapolvere su misura per la tua casa…
…perché la pulizia non è curve, ma angoli!

Scopri tutte le storie di #angoliocurve

====

Last modified: 13 Aprile 2017

3 Responses to :
Il vero lusso #angoliocurve

  1. Claudia Porta ha detto:

    “Curare la mia vita con una spennellata colorata”. Bellissima immagine!

  2. teresa ha detto:

    Confermo in pieno le cose che scrive Kosenrufu mama,noi piccole donne di casa dobbiamo inventarci per fare davvero tutto in un batter d’occhio e la tecnologia la adoro perchè viene in aiuto.Grazie

  3. 100per100mamma ha detto:

    Il lusso di potersi mettere lo smalto, guardandosi intorno e vedendo la casa come la voglio io… Questo è un vero momento di relax!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *