The Moth Diaries: un horror che non fa veramente paura

Eventi LG| 1 minuto

the_moth_diaries
Rebecca (Sarah Bolger) frequenta un collegio privato per adolescenti con problemi familiari. Lei fugge dal suicidio del padre, e fra le compagne ha trovato una seconda famiglia, soprattutto in Lucy (Sarah Gadon, anche in “A Dangerous Method“), che con la sua allegria le ha restituito la voglia di vivere. Tutto cambia quando fra le studentesse arriva l’inquietante Ernessa (Lily Cole), che sembra esercitare un’influenza nefasta su Lucy. Rebecca si convince che Ernessa sia una vampira: sarà vero, o sarà frutto della sua fantasia?

Il film di Mary Harron è tratto dal romanzo di Rachel Klein.
La scuola dipinta dalla regista è tutta diari scritti a mano, camicie da notte alle caviglie e chiome fluenti (l’unica ragazza dall’aspetto vagamente moderno è la lesbica dichiarata del gruppo, Charley). “The Moth Diaries” è un horror che non fa veramente paura, un misto di “Dracula“, “Giro di vite” di Henry James e “The Others“. Il vero nucleo della narrazione è l’elaborazione del lutto e la follia a cui il dolore può spingere, se non si riesce ad allontanarsene.

LG ti porta al festival di venezia

Last modified: 16 Marzo 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *