Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, importanti per navigare il sito correttamente, per analizzare il traffico e per ottimizzare e personalizzare lesperienza degli utenti in base agli interessi. Per più dettagli leggi le nostre Privacy e Cookie Policy.

Qui sotto troverai tutti i diversi tipi di cookie utilizzati su LG.com e potrai scegliere se approvarne lutilizzo o meno. Cicca ACCETTA per permettere lutilizzo dei cookie.

FUNZIONALI

Ti permettono di vedere le recensioni dei prodotti, dove comprarli e i prodotti visti di recente.

SOCIAL MEDIA

Consentono di condividere su Facebook, Twitter e altri Social Media.

ANALISI

Servono ad acquisire e analizzare i dati relativi al traffico generato dal sito.

PUBBLICITARI

Consentono di effettuare attività pubblicitarie.

Abbiamo visto il film Qualche nuvola

Eventi LG| 1 minuto

qualche-nuvola1
Sembra una commedia romantica e invece finisce per essere un film sull’inevitabilità del destino e la divisione fra le classi sociali. Diego fa il muratore e ha una fidanzata da dieci anni che è pronta per il matrimonio. Anzi, più che pronta: sposarsi sembra essere il suo unico obiettivo e la sua unica ragione di vita. Cinzia non studia e non lavora (e se lo fa, non lo sappiamo), non ha aspirazioni di realizzazione personale o fantasie che vadano oltre l’abito bianco e la ristrutturazione della “casa de nonna” al Quadraro, quartiere popolare di Roma. Va tutto bene, o almeno così sembra, finché Diego non viene mandato a ristrutturare l’appartamento della bellissima cugina del capo, Viola. Una via d’uscita? Fosse semplice: nel mondo di Diego e Cinzia, un matrimonio non è per nulla un fatto personale.

Il film di Di Biagio può vantare buone performance di tutto il cast. Il finale si presta a letture molto diverse: c’è chi ne sarà rattristato, e chi invece confortato.

LG ti porta al Festival di Venezia

Last modified: 17 Gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *