fbpx

Crazy Horse: un documentario mette a nudo le ballerine

Eventi LG| 1 minuto

Un documentario svela i segreti del nudo perfetto

crazy-horse

Maggiorate? Proprio no. Le fanciulle che da 60 anni fanno sognare gli uomini calcando il palcoscenico del Crazy Horse devono rispettare canoni estetici ben precisi per evitare la volgarità. E le super curve non vi rientrano. Il seno deve essere piccolo e leggero (vale ancora la misura “a coppa di champagna”), il fondoschiena perfetto e il viso dai lineamenti leggeri, mai marcati. Solo così si può entrare a danzare nello storico cabaret parigino sulla Avenue George V. A ripercorrerne la storia ci pensa il documentario Crazy Horse dell’americano Frederick Wiseman che sarà alla Mostra di Venezia nella sezione Giornate degli Autori… Il film racconta scene di vita quotidiana del backstage dello spettacolo e le estenuanti prove, sempre nel segno di un esasperato perfezionismo; perché l’aspetto fisico, anche se fondamentale, da solo non basta per diventare una stella del locale tuttora meta preferita da parigini e turisti. Wiseman, che l’anno scorso a Cannes aveva presentato “Boxing Gym” e che aveva già dedicato a Parigi “La danse – Le ballet de l’Opera de Paris”, presentato a Venezia nel 2009, per raccogliere il materiale ha trascorso dieci settimane all’interno del locale parigino. Come dire: ci sono lavori peggiori, no?

Last modified: 16 Marzo 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *